Identità: divenire/ dover essere

“Acquistiamo la nostra identità grazie a ciò che facciamo per noi stesse e al modo in cui sviluppiamo le nostre capacità”

Robin Norwood

La parola che ho scelto per il mio 2021 è IDENTITÁ.
L’ho scelta quando mi sono accorta che nei primi mesi dell’anno erano in scadenza molti dei documenti che mi identificano: carta d’identità, codice fiscale, bancomat.
Mi è sembrata una coincidenza interessante (ma chi mi conosce sa che, come il Merovingio in Matrix Reloaded, ‘dove gli altri vedono coincidenze io vedo conseguenze’): questo per me sarà un anno di transizione, in cui proverò a (ri)definire la mia identità in ambito personale e professionale.

Continua a leggere…

“Bisogna provarci!”: verde zen e ikigai

Un venerdì alla fine di giugno 2018 passai la giornata così: ore 8.30 psicoterapia, ore 10-12 tirocinio di arteterapia presso un centro diurno a Uliveto Terme, ore 18-24 performance al Teatro Rossi Aperto di Pisa.

Alla fine, piacevolmente stanca ma ancora piena di energia (sì, è possibile!), andai a scambiare due parole con Giacomo Verde e gli chiesi: “come si fa a vivere sempre così?” e lui “bisogna provarci!”.

Continua a leggere…

verde zen / NO ASSE

Un paio di anni fa scrissi un testo sul colore verde, una sorta di mini autobiografia raccontata attraverso varie sfumature di quello che è uno dei colori che preferisco.

Insieme al testo buttai giù anche un progetto laboratoriale da realizzare in natura e me lo immaginai al Museo Popolare della Pineta : “UN’AZIONE DI DISOBBEDIENZA CIVILE E CREATIVITÀ ILLEGALE COLLETTIVA IN APPOGGIO AL COORDINAMENTO NO ASSE DI VIAREGGIO”.

Continua a leggere…